martedì 29 settembre 2009

Lacrime

La sorprendo in un ascensore a piangere. Le lacrime restano imprigionate nelle sue ciglia nere, poi scivolano piano lungo il volto chiazzato e cadono a terra. Lei non emette rumore alcuno, lascia semplicemente che il pianto scorra via, e fissa la pulsantiera ostinatamente, fingendosi ignara del mio corpo accanto a lei. Le porte si aprono, i piani si susseguono, ma lei non scende, resta immobile a piangere ed io non posso far altro che stare al suo fianco, non posso far altro che aspettare il momento in cui sarà pronta a rifugiarsi fra le mie braccia, mentre continuiamo a rimanere intrappolati in questo ascensore funzionante.

5 commenti:

saleluz-JESUS É O CRIADOR ha detto...

Bom dia Bárbara.

A paz de JESUS nosso DEUS e salvador.

Que DEUS nos dê a sabedoria para descobrir o correto ,a vontade para elegÊ-lo e a força para fazer que seja duradouro.
[Frases bonitas]
_________________________________

Aqueles que temem ao SENHOR JESUS procuram agradar-lhe,aqueles que o AMAM,satisfazem-se na sua Lei.
[Eclesiástico cap 2 n.19


Meu nome -geraldo Barreto da Silva
Ciadade-Diamantina MG-BRASIL

MBarbara ha detto...

Arg! Un messaggio rosicruciano in codice? In portoghese??? Urge il Galeazzo delle libertà!

Bitterkalt ha detto...

Come l'acqua s'uno scoglio le sue lacrime si sarebbero seccate contro il mio petto, lasciando nient'altro che macchie e silenzio.

fdmpaul ha detto...

cosa vedono i miei occhi felini ?!
un tentativo di indottrinamento !!!

Galeazzo Gargiulo ha detto...

Non preoccuparti Gattaccia, cotale Barreto da Silva non è altro che una mera eggregora generata da una pulce di un pastore tedesco.

Basta una spruzzatina di RAID e ce lo togliamo dagli zebedei!