martedì 21 luglio 2009

Parentesi

Ci riparammo dal temporale in un androne buio, grosse gocce rimbalzavano sul selciato lucido e lampi vicini infrangevano un cielo di cristallo nero, io osservavo affascinata l'acqua intrappolata fra i tuoi capelli neri ed annusavo l'odore della tua pelle calda ed umida, mentre tu impaziente aspettavi il diradarsi delle nubi e poi, d'improvviso, un forte vento sembrò cogliere le tue silenziose suppliche, un raggio di luce spezzò le ultime resistenze e quella piccola parentesi bagnata fu l'unica volta che ti incontrai.

5 commenti:

Galeazzo Gargiulo ha detto...

Magnifico!

(Eh eh eh ... così ho anticipato il buon Bitterkalt ...)

MBarbara ha detto...

Mmm, Galeazzo! Sono il premio di una lotta sotterranea?

Galeazzo Gargiulo ha detto...

Eh eh eh, ti sei disvelata ancora una volta, parafrasando involontariamente l'ineguagliato R. Prodi, allorchè descrisse la situazione politica dei primi anni 90 con la seguente, lungimirante ed inequivoca espressione: "Volano polpette sotterranee".

Confessa: tu fai parte dell'entourage del magnetico insaccato!

MBarbara ha detto...

Accidenti, mi hai sgamata! Ma io adoro le mortadelle bolognesi, anche se russano insopportabilmente impedendomi il sonno del giusto!

Galeazzo Gargiulo ha detto...

Ah, ma allora sei l'amante segreta di R. Prodi, colei che - secondo vox populi - cercò, in antagonismo alla moglie Flavia, di favorire la lobby dei venditori di cibo per gatti, fino a provocare la caduta del Governo.

Dovevo sospettarlo, ma devo dire che capisco la debolezza del Professore.